Ottocento italiano. La pittura

Ottocento italiano. La pittura

Gloria Fossi

Language: Italian

Pages: 50

ISBN: 2:00256953

Format: PDF / Kindle (mobi) / ePub


Un dossier dedicato alla pittura italiana dell'Ottocento. In sommario: Premessa. Sfortuna e fortune dell'Ottocento italiano; Dall'Impero al Quarantotto; I decenni del Risorgimento; 1858-1870: Francia e Italia, primi intrecci cosmopoliti; Gli anni dell'Unità. Come tutte le monografie della collana Dossier d'art, una pubblicazione agile, ricca di belle riproduzioni a colori, completa di un utilissimo quadro cronologico e di una ricca bibliografia.

SOMMARIO:
L’OTTOCENTO ITALIA
La pittura -Gloria Fossi
4 Premessa. Sfortuna e fortune dell’Ottocento italiano
8 Dall’Impero al Quarantotto
18I decenni del Risorgimento
30 1858-1870: Francia e Italia, primi intrecci cosmopoliti
40 Gli anni dell’Unità
48 Biografie
50 Bibliografia

Arte Precolombiana (Art dossier Giunti)

De ladrillos y mortales: La historia de la Arquitectura en diez edificios ejemplares

Renaissance Art: A Very Short Introduction (Very Short Introductions)

19th-Century Art: A Beginner's Guide

Treasuring the Gaze: Intimate Vision in Late Eighteenth-Century Eye Miniatures

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

spesso aveva indossato in quella spedizione l’abito tradizionale dei marocchini. Orientalista di riflesso è invece Domenico Morelli (Napoli 1826-1901), docente all’Accademia di Belle arti di Napoli, e maestro di tanti futuri artisti di fama. A lui si devono, oltre ai tanti dipinti di storia ancora di tradizione romantica (come Gli iconoclasti, 1855, e i Vespri siciliani,1859), diverse tele di esplicita tendenza orientalista. Nel bellissimo Bagno turco, affronta il tema del nudo esotico, già tanto

sarebbe stato più adatto in quel luogo in quell’ora». Le linee stesse del paesaggio, dalle grandi alle piccole quasi tutte leggermente arcuate, gli paiono in stretto rapporto col mite sentimento religioso. L’Ottocento italiano si può chiudere idealmente con La danza delle Ore di Gaetano Previati (Ferrara 1852 - Lavagna, Genova 1920), artista maestro del simbolismo italiano, che proseguirà la sua attività ben oltre il secolo, anche grazie a un fervido impegno di teorico della pittura e di

museo del Novecento, 15 novembre 2013 - 9 marzo 2014), a cura di A. Scotti Tosini, Milano 2013. Art e Dossier Inserto redazionale allegato al n. 307 Febbraio 2014 www.giunti.it Direttore responsabile Claudio Pescio Prima edizione digitale: giugno 2014 Pubblicazione periodica Reg. Cancell. Trib. Firenze n. 3384 del 22.11.1985 Iva assolta dall’editore a norma dell’articolo 74 lett. c - DPR 633 del 26.10.72 50 © 2014 Giunti Editore S.p.A. Firenze - Milano ISBN: 9788809798021 Fascicoli e

Concorso Ricasoli, e rappresenta una sorta di manifesto delle indagini sulla forma, sul colore che si fa struttura e sulla luce, appunto, che Fattori andava sviluppando sulla fine degli anni Cinquanta. Il paesaggio, che digrada su diversi piani fino all’orizzonte, era stato studiato direttamente sul campo di battaglia dall’artista. Il successo di questa fortunata composizione si ripeterà con altre opere di Fattori che rievocano importanti battaglie risorgimentali, come La carica di cavalleria a

ripristinare «il gusto della semplicità e della schiettezza». Come in Francia, anche in Italia la pittura comincia ad abbandonare le convenzioni della pittura ufficiale e accademica della Restaurazione o i sentimenti soggettivi del romanticismo, per ispirarsi al “vero”, rappresentando fatti contemporanei o di vita quotidiana. La pittura passa così dallo stile enfatico del genere storico a composizioni che comunicano semplici messaggi, più popolari e di facile comprensione, grazie a pennellate

Download sample

Download